Le cartellate o carteddate pugliesi

Oggi come da tradizione natalizia si preparano LE CARTELLATE O CARTEDDATE PUGLIESI AL MIELE O AL VINCOTTO. Una ricetta tramandata da generazione in generazione. Un impasto realizzato con 3 ingredienti , farina vino e olio evo..la cosiddetta cucina povera delle nostre nonne. Può sembrare complicata la sua realizzazione, ma in effetti è davvero semplice semplice. Primo consiglio: il vino e l’olio devono risultare caldi non bollenti. Secondo consiglio: per dare un profumo intenso di arancia quando mettete sul fuoco olio e vino aggiungete la scorza di arancia cosi trattiene tutti gli oli essenziali. Mi raccomando solo la parte arancione omettendo quella bianca che risulterebbe amarognola. Terzo consiglio: per far si che le nostre cartellate non si aprano in frittura sigillare bene la chiusura finale, magari bagnandovi le dita leggermente. Quarto consiglio: quando andrete a togliere dall’olio le cartellate mettetele capovolte in modo che l’olio all’interno dei fori fuoriesca

  • Porzioni6 persone
  • CucinaItaliana

INGREDIENTI LE CARTELLATE O CARTEDDATE PUGLIESI AL MIELE O AL VNCOTTO

  • 250 gfarina 00
  • 250 gfarina di semola rimacinata
  • 100 golio extravergine d’oliva
  • 200 mlvino bianco secco
  • 1 pizzicosale
  • 350 gmiele
  • 350 mlvincotto di fichi

Strumenti

  • Rotella dentata
  • Canovaccio
  • Padella per friggere
  • Ciotola

PREPARAZIONE LE CARTELLATE O CARTEDDATE PUGLIESI AL MIELE O AL VNCOTTO

  1. Se volete potete farle tranquillamente a mano mettendo la farina a fontana sulla spianatoia e inserendo l’olio e il sale al centro. Lavorare con una forchetta e poco alla volta unire il vino caldo. Io questo procedimento l’ho fatto in planetaria.

  2. Lavorare l’impasto fino a renderlo liscio.

  3. Far riposare mezz’ora . Prelevare dall’impasto dei pezzetti e lavorare ogni pezzetto nella macchina sfogliatrice, per renderlo ancora più liscio iniziare con la tacca numero 1 e poi tacca numero 2. e terminare con l’ultima tacca della sfogliatrice per ottenere una sfoglia sottilissima.

  4. Con una rondella dentata, tagliare delle striscioline di 5 cm circa di larghezza e 20 cm di lunghezza.

  5. Ogni 3-4 cm pizzicatele e arrotolatele su se stesse, come fossero delle roselline.

  6. Sarebbe l’ideale far riposare l’impasto 24 ore, ma se non avete tempo anche dopo 5 ore. Io onestamente avevo fretta e li ho fatti riposare 1 ora e sono venute lo stesso perfette e bollose .

  7. Dopo aver terminato l’impasto friggere in olio abbondante e quando diventano leggermente dorate toglierle dal fuoco facendole scolare capovolte in modo che l’olio all’interno dei fori fuoriesca

  8. In due tegami riscaldare sia il miele che il vincotto. Poco per volta intingere alcune cartellate nel miele e altre nel vincotto

  9. Far raffreddare il tutto e servire le nostre cartellate o carteddate pugliesi

Note

Ricetta e foto Francesca Galante ©copyright – tutti i diritti riservati. Se provate questa ricetta non esitate a condividere sulla mia pagina facebook le vostre foto.. e se avete altre idee e varianti fatemelo sapere che le provo tutte 🙂

A domani con una nuova ricetta.

Se volete seguirmi trovate qui la mia pagina  facebook Il Food Che Ti Puglia e anche la mia pagina INSTAGRAM  per restare sempre aggiornati e in contatto con me.

Leggi anche:

Pasta e polpette al sugo fresco e basilico

I panzerotti pugliesi super collaudatissimi

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.