Chiacchiere fritte tarantine ricetta della tradizione

Siete pronti psicologicamente per i dolci di Carnevale? Io, naturalmente, vi do idee in anticipo . Dalla Puglia le CHIACCHIERE FRITTE TARANTINE RICETTA DELLA TRADIZIONE.
A seconda delle zone assume nomi diversi come si dice Regione che vai, chiacchiere che trovi! Galani, sfrappole, cenci, crostoli , fiocchetti, rosoni, frappe o bugie . Altro non sono che dei dolcetti fritti e friabili abbondantemente cosparsi di tantissimo zucchero a velo . CONSIGLI: Se volete la formazione di tante bolle vi consiglio di usare la sfogliatrice e ripassare l’impasto più volte. Più sottile sarà la striscia più bolle verranno e risulterà davvero friabilissima. Proprio a questo proposito vi voglio consigliare la macchina sfogliatrice in Acciaio Cromato Inossidabile  davvero super comoda a sei spessori. Le forme che si possono dare alle chiacchiere sono davvero svariate io le ho realizzate ad esempio a forma di fiocco , ma si possono realizzare dei rettangoli o attorcigliate, o rose di carnevale etc. etc. Qui di seguito la ricetta con foto passo passo
“In questo contenuto ci sono uno o più link di affiliazione”

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Giorni
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni6 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

INGREDIENTI CHIACCHIERE FRITTE TARANTINE RICETTA DELLA TRADIZIONE

  • 500 gfarina 00
  • 50 gburro
  • 2uova
  • 60 gzucchero
  • 1 bicchierinomarsala
  • 8 glievito in polvere per dolci
  • 80 mlacqua

Strumenti

  • Sfogliatrice
  • Rotella dentata
  • Carta forno
  • Padella per friggere

PREPARAZIONE CHIACCHIERE FRITTE TARANTINE RICETTA DELLA TRADIZIONE

  1. Io ho usato una planetaria, ma prima le planetarie non esistevano e le nostre nonne facevano l’impasto a mano quindi se lo facevano loro possiamo farlo anche noi. Quindi per chi non possiede una planetaria mettere tutti gli ingredienti sulla spianatoia e lavorare. Io ho la planetaria che mi da una grande mano.

  2. Quindi inserire tutti gli ingredienti nella planetaria(1)

  3. Lavorare fino a quando non raggiungiamo un composto liscio che si stacca dalle pareti della planetaria(2)

  4. Continuare su una spianatoia arrotondare il panetto e metterlo a riposo in frigo per 30 mn. (3)

  5. A questo punto prendere un pezzo di impasto e passarlo più volte nella sfogliatrice, io ho iniziato con lo spessore 1, ho ripiegato l’impasto e ripassato con lo spessore 1 per almeno 3 volte, poi sono passata allo spessore 2 e infine 3 fino ad ottenere una striscia di impasto super sottile (4)

  6. Con l’aiuto di una rotella dentellata tagliare una striscia (5)

  7. Ritagliare dei rettangoli , pizzicare al centro e fare dei taglietti alle estremità(6)

  8. Friggere in abbondante olio di semi di arachidi (7)

Ricetta e foto Francesca Galante ©copyright – tutti i diritti riservati. Se provate questa ricetta non esitate a condividere sulla mia pagina facebook le vostre foto.. e se avete altre idee e varianti fatemelo sapere che le provo tutte 

A domani con una nuova ricetta.

Se volete seguirmi trovate qui la mia pagina facebook Il Food Che Ti Puglia e anche la mia pagina INSTAGRAM per restare sempre aggiornati e in contatto con me.

Leggi anche:

Pasta e polpette al sugo fresco e basilico

I panzerotti pugliesi super collaudatissimi

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.